26 Maggio 2020
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right
La grinta del nostro CAPITANO!
news
percorso: Home > news > News Generiche > pp

Enzino GROSSO un pezzo di storia della nostra Famiglia

23-04-2020 11:10 - pp
Enzo a casa sua.........
LA MIA SECONDA CASA

Lucento la mia seconda casa, la mia seconda pelle, quella rossoblu. Ho corso da 7 anni a 21 anni da giocatore solo per te! Una volta finita la mia corsa in quel del Riconda, ho appeso le scarpe al chiodo senza più trovare stimoli per giocare altrove.
Dopo 10 anni (ne avevo 30), un Sabato mattina passo al Lucento e ritrovo ancora lì Carlo Pesce, la colonna portante di questa Società.
Alla mia domanda se avessi potuto cominciare a fare l'istruttore, subito con grande entusiasmo mi fecero parlare con Guido Mattei, allora Responsabile Tecnico, a cui devo molto per tutto ciò che mi ha insegnato, un vero Maestro dentro e fuori dal campo.
A Carlo Pesce piaceva molto il fatto di vedere in campo suoi ex giocatori ad allenare per gli stessi colori, e così iniziai il mio percorso con i piccoli amici, per poi passare nel tempo ai pulcini ed infine agli esordienti.
Infine arrivai nel settore giovanile, mi venne affidata la categoria Mini Giovanissimi (ora Giovanissimi FB), con l'annata 1996, la stessa da me allenata nella scuola calcio l'anno precedente.
Questa fu una squadra fantastica composta da grandi ragazzi che mi hanno fatto divertire e vincere tanto tra tornei e campionati.
Due grandi capolavori sono ancora impressi nei miei ricordi che a breve si sarebbero avverati da quando per la prima volta mi trovai ad allenare nel settore giovanile.
Il primo fu l'anno del primo storico Titolo Regionale Piemontese per il Lucento in quel di Centallo contro il Derthona in una finale da capogiro, ricordo che a 7 minuti dalla fine ci trovammo in svantaggio, dopo aver dominato l'intero incontro, fallendo parecchie occasioni da gol.
Feci entrare un 1997 un ragazzo di un anno più piccolo ed anche fisicamente molto minuto, ma Arancio questo era il suo nome, pareggiò ad un minuto dalla fine per poi andare a vincere 2-1 nei supplementari.
La cavalcata per arrivare alla finale fu veramente importante per la crescita del gruppo, con un campionato vinto con 19 vittorie di fila ed una sola sconfitta nell'ultima giornata con il girone già vinto con sei giornate di anticipo e con le 4 vittorie nelle fasi finali.
Il secondo capolavoro avvenne l'anno successivo, quando nei quarti di finale del prestigioso torneo P.G. TAPPARI, organizzato come sempre dal Lucento, il 5 Gennaio 2011 in una freddissima sera, scaldammo il "catino" del Riconda con una prestazione straordinaria battendo i giovanissimi nazionali del Torino per 2 a 0.
Ricordo ancora oggi il boato alle due nostre reti in un Lucento gremito di persone.
Poi le nostre strade si divisero e dopo ben 20 anni di maglia rossoblu tra giocatore e istruttore, cercai nuove esperienze per poi ritornare altre due volte.
Oggi non alleno più, purtroppo il fuoco si è spento ma il Lucento rimarrà per sempre dentro di me con tutti i ricordi, con tutti i ragazzi che ho avuto l'onore di allenare, con tutti i colleghi allenatori e con tutte le persone che ho avuto il piacere di conoscere.
In un momento delicato come questo auguro al Lucento di riprendere al meglio l'attività agonistica e di tornare sui campi più vincente di prima.
Dimenticavo un particolare, qualcosa mi manca più di ogni altra cosa...... le cene nella famiglia Lucento che venivano organizzate il venerdì sera......

Enzo Grosso

46° Torneo "CADUTI DI SUPERGA" 2005

46° CADUTI DI SUPERGA

39° Memorial PIER GIORGIO TAPPARI

24° torneo F. FERRANDINI

foto gallery

lucento alpignano

Generiche
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account